Scaricare sanitrit dove


  1. SANIBEST Pro
  2. Scheda tecnica SANIBEST
  3. A cosa serve una cassetta trituratrice
  4. SUPERGARANZIA SANITRIT 2+3

NONOSTANTE L'ARGOMENTO NON E' UN CACATHREAD ho visto poco fa la pubblicità di questo aggeggio, mi ha sempre incuriosito. mi hanno consigliato di mettere un SANITRIT. Mi chiedevo se fosse un modo sicuro per scaricare il wc e quali sono le precauzioni da adottare. Grazie all'utilizzo di sanitrit, è possibile ricavare un secondo bagno in un posto tra i più curati della casa e dove si passa più tempo rispetto al passato. . il lavabo, la doccia e il bidet, riescono a scaricare elevati volumi di. Posso utilizzare un Sanitrit facendolo scaricare nello scarico a .. Ho una taverna dove vorrei installare un wc un lavandino e una lavatrice.

Nome: scaricare sanitrit dove
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 37.40 Megabytes

Spostare gli scarichi con il sistema Sanitrit photo credit www. Quando si realizzano lavori in casa , gli interventi più complessi sono quelli che prevedono di spostare gli scarichi degli impianti idrici. Molto spesso, per conferire una distribuzione interna più funzionale e attuale a un alloggio datato, si decide di modificare la posizione del bagno e della cucina.

In casi come questi, è necessario uno studio approfondito del progetto. In questo modo, si evita di commettere errori che possano comportare, nel tempo, un cattivo funzionamento degli impianti. Avete deciso di spostare gli scarichi di bagno e cucina?

Prima di farlo rivolgetevi sempre a un architetto.

E poi, è sicuro farlo nel controsoffitto? Grazie mille Francesco. Ciao Francesco: da un punto di vista tecnico non ci sono controindicazioni nel far passare lo scarico del sanitrit nel controsoffitto: l'ho fatto fare più di una volta senza particolari problemi.

Dipende poi ovviamente da quanto è alto il livello del rumore di fondo dell'appartamento: se si è in una zona particolarmente tranquilla o se l'immobile non affaccia su nessuna strada e si hanno degli infissi dalle buone prestazioni acustiche, il rumore si sentirà sempre un pochino.

In questo caso potreste poggiare sull'intradosso del cartongesso un materassino fonoisolante. Ciao Marco, grazie del tuo articolo veramente molto interessante. Ti espongo il mio problema: Abbiamo una casetta di 50 mq scarsi, volevamo fare un bagno cieco che ci permetteva di avere un salotto degno di questo nome e di non sacrificare due finestrelle veramente utili all'illuminazione di casa Siamo al pian terreno e sotto nn c'è nulla, un'intercapedine di circa 1 mt e mezzo Mi dicono che la pendenza troppo esigua, che servono 15 cm ogni mt.

E che quindi nn servirebbe neanche alzare il pavimento del bagno visto che servirebbe oltre un mt di rialzo! Sarebbe l'unico bagno di casa quindi pensavamo al sanitrit Per sette metri avresti un dislivello di circa 14cm e quindi ce la potresti fare magari chi ti ha detto 15cm si riferiva appunto al dislivello totale sui sette metri?

Se riuscissi a farlo con lo scarico naturale, essendo l'unico bagno di casa, secondo me sarebbe meglio, visto anche la posizione bassa della braga. Grazie infinite per la risposta rapida! Chiamo subito chi fa i lavori!

SANIBEST Pro

Ciao Marco, grazie mille per la veloce risposta. Davvero molto utile e apprezzato. Siccome saremmo molto propensi a procedere in questo modo ovviamente seguendo i tuoi preziosi suggerimenti sull'isolamento con tubi speciali, il materassino autoadesivo ed eventualmente con pannelli fonoisolanti visto che per fortuna l'appartamento è molto silenzioso a finestre chiuse!

Giusto per farci un'idea quindi una valutazione a grandi linee e valutare se economicamente conviene veramente procedere in questo senso spero di si! Grazie mille ancora per il prezioso aiuto.

I pannelli fonoisolanti nel controsoffitto poi potrebbero incidere, tra fornitura e manodopera, per una ventina di euro al metro: qualcosa di più se bisogna rompere il cartongesso per infilarli. Ciao Marco, grazie per questa tua pagina! Ecco la mia situazione: vivo in un appartamento piuttosto grande in cui e' stata spostata la cucina, il che significa che lo scarico del lavandino, nonche' lavastoviglie, deve fare un percorso orizzontale di una decina di metri prima di arrivare allo scarico WC.

Mi sono dotata di sondino che infilo dal pozzetto direzione lavastoviglie e lavandini e cerco di smuovere grassi per far rifluire l'acqua. Questa soluzione funziona per qualche tempo, dopo poco siamo esattamente punto e a capo. Grazie Marco. Si in effetti e' una questione di pendenza. Un po' ne e' stata data, ma di certo non 20cm. Un vero peccato, perche' in realtà dalla mia soglia SCENDO almeno 15cm sul pavimento flottante quindi ci sarebbe stata la possibilita' di ovviare.

Ma del senno di poi Se non altro il pozzetto mi permette di entrare dentro e smuovere i grassi prodotti dalla lavastoviglie. Purtroppo non considero lo scarico nel controsoffitto in realta' non riesco neanche a capirlo Che consiglieresti per dare una pulita profonda a questo tubo, considerando che vi posso accedere sia dal pozzetto che dai tubi della lavastoviglie?

Scheda tecnica SANIBEST

Potresti usare specifici acidi molto potenti non commerciali, ma poi rischieresti che corrodano anche le tubature stesse. Secondo me se vuoi tenerti lo scarico com'è non puoi prescindere da una regolare manutenzione del condotto: dei miei amici comunque hanno "riconvertito" una pompa a pressione per l'acqua di quelle domestiche che si usano per lavare le macchine, quindi nulla di particolarmente costoso mettendoci un ugello apposito per infilarsi nelle tubature: con quello riescono a sturare qualunque cosa, ma dovresti fare attenzione perché con la pressione interna potresti far "saltare" la scatola sifonata di metà tratta.

Ma, scusa l'ignoranza, la pompa viene usata di tanto in tanto quindi azionata a mano per pulire le tubature Non e' che mi potresti mandare un link che mostri la pompa che intendi? Buonasera Marco, vogliamo ricavare un secondo bagno in casa, ovviamente utilizzando il sanitrit.

In questo bagno vorremmo inserire un WC, un lavandino, un bidet e la lavatrice. Collegando la lavatrice al Sanitrit, non rischio di avere problemi con il rumore poiché, oltre che al normale rumore di funzionamento della lavatrice, si aggiunge quello della pompa? Grazie mille.

Ciao Fabio, nel tuo caso non hai bisogno di un sanitrit particolarmente potente: la lavatrice non mi ha finora mai dato i problemi che, invece, mi danno le lavastoviglie. Potresti rischiare qualche overload se scaricherai il vaso nello stesso istante in cui la lavatrice sta scaricando la sua acqua, ma sovradimensionare l'impianto solo per questa evenienza mi sembrerebbe sproporzionato: ma valuta tu.

Ovviamente il rumore del sanitrit si sommerà, a tratti, a quello della lavatrice. Certo la somma di due rumori fanno un rumore più forte, comunque quello del sanitrit è abbastanza breve.

Buona sera Marco, vorrei installare un apparecchio Sanitrit che svolga il compito simile a quello di Fabio. Che modello mi consigli? Cordiali saluti. Puoi usare un sanipack se vuoi incassarlo a muro oppure un sanitrit pro se vuoi un qualcosa di un po più potente ma da lasciarsi a vista.

Salve Marco, complimenti per la pagina, molto dettagliata. Sto per far ristrutturare la taverna della nostra villetta dove già c'è un bagno. Fino ad oggi il wc era collegato ad un sanitrit, mentre il lavandino e la vasca scaricano nel vespaio sotto la taverna dove ci sono pompe ad immersione che portano le acque piovane e grigie in fognatura.

Ora, ristrutturando, preferirei modificare l'impianto ed evitare lo scarico nel vespaio, La domanda è: meglio mandare tutto ad un singolo sanitrit, installare due sanitrit, o inviare le acque grigie ad una semplice pompa, dato che sarebbero solo acque di scarico della vasca e del lavandino?

Grazie per l'attenzione, cordiali saluti. Ciao Cristiano, effettivamente non piace neanche a me l'idea che dei sanitari scarichino nel vespaio credo anche che non sia molto a norma : un conto è l'acqua piovana, ma i sanitari hanno come reflui anche saponi o altre sostanze che è bene non mandare in giro.

Puoi tranquillamente collegare tutti i sanitari del bagno ad un unico sanitrit: tutti i modelli sono predisposti per poter scaricare un bagno completo tranne alcuni modelli speciali. Grazie ancora. Buonasera Marco, il problema per me maggiore è di tipo elettrico. Dei condomini ai quale era andata via la corrente, era un bel pomeriggio di sole e non se ne sono accorti, lo hanno utilizzato facendo fuoriuscire dallo sfiato l'acqua non trattata. Ma esiste una soluzione elettrica, un gruppo di continuità, che funzioni tipo batteria nel momento in cui il sanitrit "vuole" entrare in funzione?

I gruppi di contionuità tradizionali assicurano pochi minuti di autonomia, io vorrei che funzionassero solo quando il Sanitrit lo richiede Complimenti x il blog! Ciao Emily, tecnicamente sarebbe possibile fornire un gruppo di continuità per garantire il funzionamento del sanitrit, ma dovrebbe essere un gruppo abbastanza capiente quando è in funzione il sanitrit assorbe dai ai W a seconda del modello e secondo me è una eccessiva complicazione del sistema, oltre che un aggravio di costo non indifferente ed a necessitare di trovare ulteriore spazio per la batteria che emette calore e quindi va ventilato, se posto in un luogo chiuso.

Magari sarebbe più semplice inserire un cicalino a batteria in bagno che emette un suono quando non c'è la corrente, segnalando quindi l'impossibilità di usare il servizio. Buongiorno Marco, complimenti per il blog, sono molto interessato all'installazione di un sanitrit in una cantina 2 metri interrata e mi hai già risposto visto che lo scarico in verticale è possibile fino a 4 metri.

Il mio problema più grave riguarda invece lo scarico fognario principale che pochi giorni fa si è ostruito nel pozzetto esterno in giardino me ne sono accorto per la filtrazione di acqua dalle pareti dello scarico in cantina quando si azionava lo sciuaquone del bagno.

Il problema era legato ad un intasamento del pozzetto esterno da radici e probabilmente dalla ridotta pendenza di un tratto di tubo fognario in cemento in un punto orizzontale della casa. Con grande difficoltà ho rimosso le radici e sto aspettando una ditta di spurhi per la pulizia ad alta pressione del tubo semi ostruito.

La mia domanda è sapere se posso fare qualcosa per evitare che si ripeta il fattaccio? Ciao Marco, grazie per il dettaglio di questo post. Ti spiego: noi abbiamo appena acquistato un appartamento e visto che è di quasi 95 mq vorrei fare 2 bagni anche se attualmente ne ha solo 1, ma questo comporta allontanare entrambi dalla colonna di scarico, il primo a circa 4 metri lineare e l altro circa 8 per obliguo Ciao Giorgia, come scrivo nello stesso post, secondo me non è opportuno avere tutti i bagni di casa sotto sanitrit: non perché non ci si debba fidare della tecnologia, ma perché se va via la corrente non puoi usare nessun bagno, nemmeno per lavarsi le mani.

Gentile Marco, volevo chiederti se hai avuto modo di usare i modelli per la doccia sanitshoewer, sanishower flat, sanidouche ecc. Sto predisponendo un bagno molto grande in taverna circa 2,5 mt sotto terra e abbiamo inserito due sanitrit, il primo serve 1 wc, 1 bidet, 1 vasca e 1 lavandino, il secondo serve la lavatrice.

Inizialmente pensavamo di collegare anche 1 piatto doccia a uno dei due sanitrit ma ci dicono che il piatto deve essere almeno a 25 cm per poter funzionare in maniera corretta. Ciao e grazie. Grazie Marco per la tua incredibile disponibilità Grazie ancora di tutto Facendo la doccia, quindi con un afflusso continuo di acqua, sentirai il sanitrit azionarsi per circa secondi ogni circa secondi. Buongiorno Marco, vorrei ricavare un monolocale a scopo di affitto dal mio appartamento utilizzando il sanitrit per bagno e cucinino.

Vorrei dotarlo di un UPS capace di consentire le esigenze umane di emergenza per coprire ore di eventuale interruzione elettrica. Quanto potrebbe costare un modello adeguato allo scopo? Grazie e complimenti per le utilissime informazioni! Ciao Enrico, ti consiglio anzitutto di realizzare un impianto con due sanitrit distinti, uno per il bagno e uno per la cucina. Il gruppo UPS dovrebbe avere una capacità di almeno VA per poter garantire almeno una decina di "pompate" senza corrente, ma sinceramente vado "a naso" perché non ho mai fatto realizzare un impianto del genere e non sono un esperto di sistemi elettrici e gruppi di continuità.

Comunque i modelli base dei sanitrit assorbono W per pochi secondi: se consideriamo che un gruppo da VA garantisce ad un PC con un alimentatore da W una autonomia di una decina di minuti, direi che ci potresti stare, ma non so se i gruppi di continuità possono soffrire gli assorbimenti elevati ed improvvisi che vengono generati dal sanitrit.

Considera che se separi le due unità immobiliari senza che vi siano porte che formalmente le collegano, per essere a norma con le leggi urbanistiche cosa che devi dichiarare nel contratto di affitto dovresti fare un frazionamento.

Oppure fai risultare una porta, anche fittizia quindi che rimane chiusa o che magari sta dietro un mobile e fai un contratto di affitto per una stanza di casa e non per un appartamento a sè stante. Ciao Marco. Sto acquistando un appartamento con taverna collegata nella quale vorrei fare il secondo bagno.

Ho uno scarico per le acque chiare ma per le scure devo installare un sanitrit con pompa. La mia domanda o meglio ignoranza è : Come mi collego alle fogne? Foro il solaio e mi collego allo scarico del bagno di sopra? Vorrei capire come poter fare. Non vorrei fosse un operazione troppo invasiva dato che ho il riscaldamento a pavimento. Ciao Pino, la cosa più semplice è quella di innestarsi sullo scarico esistente delle acque nere, quindi sul bagno al piano superiore.

In alternativa potresti andare ad intercettare il condotto fognario che potrebbe passare anche dietro l'intercapedine del bagno che vorresti realizzare nella tavernetta, ma se non hai a disposizione i progetti impiantistici si tratta di fare comunque dei saggi esplorativi abbastanza invasivi, e comunque l'innesto andrebbe fatto con estrema cautela per evitare reflussi.

Ho appena acquistato un appartamento su due livelli e nel seminterrato vorrei realizzare un secondo bagno.

Il costruttore ha gia predisposto una linea di scarico con tubo da ma con pendenza minima , forse 3 cm su un lunghezza di 5 metri. Il tubo confluisce in un pozzetto in cemento posto nel mio giardino e di li tramite pompa di rilancio al pozzetto fognario principale, il dislivello è di circa 1,5m.

Un mio caro amico mi ha parlato quindi del sanitrit che usa da anni senza problemi. E possibile utilizzare lo scarico esistente. Vorrei evitare il gradino visto che il costo è più o meno pari al sanitrit e sicuramente più antiestetico. Grazie Marcello, Latina. Quindi io eviterei di usare questo scarico se non è possibile portarlo entro i livelli di norma.

A cosa serve una cassetta trituratrice

Se questo scarico va in un pozzetto con pompa di rimando il sanitrit effettivamente potrebbe esserti utile, perché al pozzetto manderebbe solo liquami pre-triturati e quindi la pompa del pozzetto lavorerebbe meglio bisognerebbe capire poi che tipo di pompa è , comunque potresti anche valutare di prendere un modello più potente anche i sanicubic e saltare proprio il pozzetto intermedio per arrivare direttamente allo scarico principale, se possibile.

Tutto sommato, nel tuo caso, penso che installare un sanitrit sia una soluzione migliore che non portare il tubo naturale a pendenza giusta, visto che i liquami finirebbero comunque a loro volta in una sorta di sanitrit artigianale il pozzetto con la pompa di rimando ed eviteresti pure il gradino in bagno.

InnNzitutto grazie per la celere risposta. In effetti si potrebbe valutare l'uso esclusivo del sanitrit in quanto un parete del bagno si trova proprio sul lato dove e' ubicato il pozzetto condominie che dista circa 4metri. Quindi dislivello 1. Grazie mille per il tuo tempo, marcello. Il dislivello e il tratto orizzontale che devi coprire è alla portata di tutti i sanitrit, anche del modello base.

Per innestarti direttamente nel pozzetto condominiale devi chiedere il permesso al condominio, e occorre verificare che non servano sistemi per evitare il reflusso di liquame verso il tuo bagno in caso di intasamento del pozzetto stesso: occorre sentire la ditta che ha in gestione l'impianto condominiale.

Io per evitare questo tipo di rischi cercherei di innestarmi sugli scarichi del mio appartamento, quindi a valle del pozzetto condominiale, anche per non creare possibili contenziosi. Gentile Marco, nuovamente marcello da latina ad approfittare della tua disponibilà. Come da contatti precedenti sono alla ricerca dell'apparecchio più adatto alla mia situazione.

Alla fine della mia ricerca di mercato mi trovo davanti ad un dilemma. Mi sono stati proposti due prodotti su tutti : il sanipack da incasso della SFA e il solift 2 cwc-3 della Grundfos. Il costo è quasi lo stesso anche se il solift sembra più prestazionale e più avanzato vedi sostituzione motore, vano serbatoio separato ma consigliato solo per sanitari sospesi.

Tu conosci questi prodotti? Tutti gli installatori che ho contattato sono poco propensi verso questi apparecchi mi chiedo perchè, a me sembrno geniali. Un saluto marcello. Ciao Marcello, il prodotto che mi indichi lo conosco ma non mi è mai capitato di installarlo, quindi non saprei dirti nella pratica come va. Il sanipack funziona abbastanza bene, ma effettivamente è un po "al limite" come pure prestazioni idrauliche.

Cmq non ho motivo di dubitare della bontà dei prodotti grundfos. Buongiorno Marco, complimenti per il tuo post, sei stato veramente chiaro ed esaustivo. Ti espongo brevemente il mio problema. A seguito della ristrutturazione dell'appartamento voglio realizzare due bagni. Il secondo bagno presenta il WC a 4,5 m dalla colonna di scarico. Consigli di utilizzare il sanitrit vista la situazione? Inoltre il lavandino verrebbe a 6,6 m devo prevedere anche qui lo scalino? Ti ringrazio per la disponibilità.

Un saluto, Michele. Ciao Michele, occorrerebbe valutare diverse variabili che non posso considerare senza essere sul posto, comunque diciamo che sei in una di quelle situazioni in cui effettivamente col sanitrit potresti saltare qualche problema.

Lo scarico del wc puoi anche farlo passare lungo la parete perimetrale dell'appartamento, se non incontri pilastri, e, usando un wc con scarico a parete, per le pendenze non avresti problemi. Il lavandino e le altre utenze che usano diametri inferiori generalmente hanno meno problemi del wc. Se decidi di mettere il sanitrit puoi farlo con scarico a pavimento, che secondo me è l'installazione meno problemativa sotto diversi punti di vista.

Grazie mille per la risposta. Per quanto riguarda l'utilizzo del wc con scarico a parete ci sto pensando ed è una possibile soluzione anche se mi stravolge un po' la mia idea originale del bagno. Il sanitrit con scarico a pavimento viene posto sempre dietro al wc e rimane in vista, o c'è qualche possibilità di incassarlo? Se ti muovi tra i prodotti di marca SFA, puoi usare il saniwall o il sanipack che sono da incasso e quindi a scomparsa, ma la parete in cui inserisci l'apparecchio deve avere uno spessore di almeno cm minimo puoi anche fare una parete che ad un certo punto riduce il proprio spessore, a creare una mensolina: il sanipack non necessariamente deve stare dietro al wc, mentre il saniwall si.

Perfetto, grazie infinite per la disponibilità e per la cortesia. A presto, Michele. Posso utilizzare un Sanitrit facendolo scaricare nello scarico a pavimento del wc? Ciao: se non ho capito male, intendi usare il sanitrit per immettere nello scarico esistente, lungo 30 metri senza tombini, solo liquami pre-triturati. Penso che sia una buona idea. Il sanitrit non ha problemi nel fare le curve che ti sono necessarie per riallacciarti allo stesso scarico esistente.

Se ti basta, usa pure quello, altrimenti se è un problema prettamente estetico, usa il sanipack che è da incasso. Un post molto utile!

Hai letto questo?WC SENZA SCARICO SANITRIT

Il prodotto più indicato sembrerebbe essere il Sanipack, che andrebbe installato a non più di 50 cm dal WC. In questo caso il tubo che porta i liquami dal WC al Sanipack dovrebbe avere un gomito in più. Gli idraulici che abbiamo consultati sembrano incerti!

Ancora grazie, Paolo. Il sanipack secondo me non ha problemi a fuzionare correttamente anche se installato sulla parete limitrofa a quella del wc: nel suo funzionamento infatti non ha rilevanza la "pressione" o la velocità con cui i liquami entrano nella camera di triturazione.

Anzi più vanno piano, meglio è. Rimane fondamentale che lo scarico abbia la giusta pendenza nel tratto dal wc al sanitrit. Buongiorno Prima di tutto i complimenti per il post. Volevo chiederti delle delucidazioni sul collegamento dal WC al Sanitrit. Ma nella tua installazione in foto, ad occhio, ci sono circa 50 cm con due gomiti. Mentre utilizzando un wc sospeso, è possibile installarlo qualche centimetro più in alto giocando sulla pendenza dello scarico.

Il Sanitrit sarebbe nascosto nel mobiletto sotto il lavello ma facilmente raggiungibile. Salve, l'indicazione dei 20 cm di distanza massima si riferiscono alla classica installazione con sanitrit posto dietro al vaso. Ho fatto fare installazioni, è vero, leggermente in difformità della scheda tecnica, ma basta usare il buon senso.

Buongiorno Architetto, Grazie per l'argomento trattato. Ho anch'io una domanda da farle. Volevo ristrutturare l'appartamento e spostare la cucina in un altro vano della casa, hai me temo di dover installare il Sanitrit, ho circa 10m di distanza dallo scarico.

Con una distanza del genere e' possibile installare ugualmente l'oggetto o devo abbandonare il progetto?

Dovendo rifare i pavimenti e' conviene rialzare il il massetto per avere piu' pendenza? Di quanto? Cordiali saluti, Grazie Francesco.

Comunque anche un solo ostacolo lungo il tragitto p. Comunque prima di scegliere il sanitrit per la cucina, valuterei attentamente l'opportunità di realizzare uno scarico naturale passando lungo le pareti. Grazie Architetto per la risposta, hai me non riesco a passare lungo i muri per via delle porte e interruzioni. Mi viene in mente che la casa e' degli anno 70 con due stanze in parquet e pavimenti in marmo, questo per dire che forse il massetto potrebbe avere uno spessore di almeno 10cm.

Se cosi' fosse e' un peccato che questi oggetti abbiano un solo verso per i liquidi in uscita. Parte della spinta la si perde con i due raccordi a 45gradi per passare dall'uscita verticale a quella orizzontale.

Grazie Francesco. Per esperienza personale, ti dico che il sanitrit con lo scarico a terra mantiene comunque una buona pressione, pur con tutte le curve necessarie. Questo tipo di solai sono un po rari ma anche negli anni 70 si facevano.

La pompa quando sta in stand-by non assorbe corrente, perché il meccanismo che attiva il motore è meccanico e non elettrico: al raggiungimento di un certo livello del liquame interno, si "spinge" un interruttore e la pompa parte.

Ti sconsiglio vivamente di mettere il sanitrit sotto interruttore: se te lo dimentichi spento puoi fare danni molto consistenti. Salve mi chiamo Filippo, volevo un informazione , mio padre nel ha ristrutturato la casa dove sono nato, creando un secondo bagno con il sanitrit solo per il wc dal in poi ci siamo trasferiti perché la casa era piccola e tra alcuni mesi mi trasferisco io, in questo periodo e stata data in affitto ad una signora che non ha mai usato il secondo bagno o raramente ha solo cambiato le prese per via della norma del, dovremmo sostituirlo il sanitrit secondo lei???

Grazie per la risposta. Beh se è stato completamente inattivo per tanti anni è probabile - ma non è certo - che la meccanica si sia deteriorata: l'unica è verificarne il corretto funzionamento, oppure direttamente sostituire il sanitrit per stare tranquilli. Ma più o meno quanto durano i sanitrit???

Mah ovviamente dipende da vari fattori, certamente non sono apparecchi eterni. In teoria c'è un blocco della pompa per surriscaldamento, ma alla lunga la pompa si deteriora velocemente. Se migliorassero il sistema di attivazione della pompa potrebbero diventare macchinari potenzialmente eterni. A casa mia ne ho due: quello in cucina l'ho dovuto cambiare la prima volta dopo due anni, ma da allora quello nuovo va avanti da più di 6 anni; quello nel bagnetto l'ho cambiato dopo 15 anni il primo, e questo che ho adesso va avanti da circa 10 anni ma sta dando in questi giorni segnali di fine vita.

Ah allora ciao bel come si dice dalle nostre parti probabile l'abbia cambiato la signora solo che non capisco perché non usa quel bagno Comunque il fatto di rimanere del tempo li non fa bene perché al suo interno c'è sempre l'acqua? È un bene?? Buongiorno, Architetto. Ho un dubbio se fare una controsoffittatura e fare passare i tubi in alto o dovendo rifare i pavimenti mettere scarico e impianti sotto il pavimento.

La prima soluzione benche' piu' facile e veloce mi sembra raffazzonata per una casa dove intendo viverci per tanti anni e non dover rimenttere piu' mano. Ho realizzato sistemi sanitrit con entrambe le soluzioni: al di là delle personali e soggettive considerazioni, non cen'è una migliore dell'altra in assoluto. Salve, e grazie dell'utile post. Le chiedo, sanitrit per gli scarichi dei lavaggi di un parrucchiere, follia?

Ciao, non credo ci siano controindicazioni nelle installazioni in un locale per parrucchieri: in fondo sono sostanzialmente acque chiare. Certamente serviranno prodotti adatti a grandi volumi d'acqua, tipo i sanicubic. Il mio scetticismo è legato alla presenza di capelli, alla temperatura dell'acqua trattata, alla presenza di agenti ossidanti e riducenti ruggine? L'apparecchio è ispezionabile, va fatta manutenzione?

La parte interna del trituratore è in acciaio inox e regge a tutti i comuni acidi per pulire gli scarichi, i quali potrebbero essere usati con una certa regolarità per impedire il blocco della macchina per i capelli che effettivamente potrebbe essere una cosa problematica. Grazie per le delucidazioni.

SUPERGARANZIA SANITRIT 2+3

Ho acquistato casa e progettato i locali,nonchè la cucina. Mi ritrovo con il lavabo della cucina,affianco alla lavastoviglie,a circa 5mt - 5,5mt dalla colonna degli scarichi, e purtroppo con soli 6cm di massetto compresa mattonella! Ps l unica soluzione sarebbe dare un orrendo scalino all'ingresso della cucina,con conseguente innalzamento delle soglie delle finestre ne abbiamo due in cucina piu una porta finestra ,e infissi fuori misura Comunque puoi usare anche tubazioni da 40mm: in casi veramente estremi puoi usare il tubo da 32mm ma in questo caso conviene fare due scarichi separati per lavabo e lavastoviglie dal sanitario fino allo scarico: il tubo da 32 infatti regge un solo scarico per volta, comunque secondo me non è consigliabile.

Grazie per il consiglio. Ciao Marco, Approfondimento interessantissimo. Anche io ho istallato un trituratore marca CER MAX BROYEUR in una nicchia appositamente creata, ma non impermeabilizzata, nel secondo bagno realizzato nella camera da letto al quale ho collegato wc, bidet, lavabo, doccia e un piccolo lavabo nella terrazza adiacente il bagnetto stesso. Rumori e defluenza dell'acqua quasi da bagno "normale" ma c'è un problema che non riesco a risolvere e per il quale ti chiedo un consiglio Serve per creare un secondo WC in qualsiasi parte della vostra abitazione e non necessita di lunghe e costose opere di ristrutturazione murarie.

Permette di superare le pendenze, consentendo di arrivare all'apparato fognario quando questi non si trova nella posizione consona per favorire un allacciamento normale. Permette la creazione di un piccolo bagno composto da wc e lavabo, un bagno di supporto di un negozio, un uffico o un laboratorio.

Il prodotto è fornito con: filtro anti odore - valvola clapet. Elettropompe , circolatori e autoclavi. Ho letto l'informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate. Il sanitrit teme le temperature troppo elevate ma questo è indicato anche nella scheda tecnica di prodotto , perché il motore potrebbe surriscaldarsi e interrompere il funzionamento. Per questo motivo è fondamentale utilizzare per gli scarichi di lavatrici e lavastoviglie i prodotti appositi e non convogliare i loro scarichi nello stesso trituratore del vaso.

Il trituratore teme anche gli acidi, quelli comunemente usati come anti sgorganti nei bagni. In particolare, sulle parti in gomma potrebbero causarne il deterioramento e provocare il blocco del funzionamento. Leggi tutti gli articoli Architetto libera professionista e giornalista pubblicista.

Si occupa di progettazione e consulenza immobiliare anche online. Servizi dello Studio di Architettura Granata. Cordiali saluti, arch.