Come lucidare scarico moto


Cambiare la marmitta di una moto è legale, se si sostituisce lo scarico con un modello omologato. Per evitare multe, portiamo sempre con noi. i collettori di scarico puliti (lucidi) come quando si acquista la moto Anche io vorrei pulire i collettori del mio Monster, non vorrei portarli a. jhkssb.com › come-pulire-marmitta-moto. Una di queste riguarda la pulizia costante della marmitta. Se gli scarichi della tua moto sono sporchi e vorresti conoscere come pulire perfettamente l'esterno e l'.

Nome: come lucidare scarico moto
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 32.85 Megabytes

Vediamo quindi come procedere ad una loro pulizia, senza bisogno di ricorrere ad un costoso carrozziere a cui ci si potrà rivolgere solo in casi più gravi. Anzitutto dobbiamo lavare per bene la moto, utilizzando un detergente specifico, WD e Liqui Moly ne producono di ottimi , pulito per bene, è facile che rimangano ancora le macchie di catrame oppure di insetti bruciati sui collettori. Se i collettori di scarico sono del tipo in acciaio o anche titanio non verniciato o cromato, possiamo utilizzare il comune Smac Acciaio, qualsiasi prodotto per pulire i lavelli in acciaio o un prodotto più specifico come il Sidol.

Molto valido anche il rinnova cromature della Arexsons. Basta applicare i prodotti e strofinare a fondo con un panno in cotone. Altrettanto utili sono i prodotti togli calcare per lavelli in acciaio, o ancora meglio le creme per lucidare i piani di cottura in acciaio.

Ripeti l'operazione più volte, risciacquando sempre. È sconsigliato vivamente accendere il motore per far asciugare i collettori, questo perché il calore impedirebbe al sidol di essere applicato correttamente, facendolo asciugare prima di essere ben steso. Usa delle pezze che non lasciano residui, assicurati che tutta la superficie sia asciutta; in alternativa, puoi usare della carta da cucina assorbente per asciugare i collettori.

Deposita ora delle piccole quantità di sidol sui collettori, ricordando che è importante depositarne una quantità leggermente superiore nei punti più macchiati e rovinati. Si consiglia, in ogni caso, di non esagerare con la quantità di prodotto, questo non ti permetterà di ottenere risultati migliori, anche perché comunque sarà sicuramente necessario ripetere l'intero procedimento più di una volta.

Una volta depositato il prodotto, prendi un batuffolo di cotone ed inizia a sfregare tutti i collettori con movimenti circolari, regolando allo stesso tempo la pressione applicata; strofina tutta la superficie in maniera uniforme, dopodiché attendi qualche minuto per lasciar asciugare adeguatamente il sidol.

Una volta che avrete reperito questi materiali e strumenti, potrete procedere alla pulizia della pancia della vostra marmitta.

Prima di tutto dovrete procedere a grattare la pancia della marmitta con la carta vetrata che vi siete procurati. Successivamente passate sulla superficie esterna della marmitta la pasta abrasiva.

Una volta che avrete applicato la pasta abrasiva, la vostra marmitta tornerà a splendere come uno specchio. A questo punto potrete procedere alla pulizia interna. Per questa operazione dovrete utilizzare la soda caustica.

Dovrete prestare particolare attenzione nel suo utilizzo, poiché si tratta di un una sostanza certamente pericolosa.