Modello registro carico e scarico rifiuti


Tale decreto contiene il modello di registro e le relative istruzioni. (modello A per le attività di produzione, recupero, smaltimento, trasporto, intermediazione e. modello dei registri di carico e scarico dei rifiuti ai sensi degli artic, comma 2, lettera m), e 18, comma 4, del decreto legislativo 5 febbraio , n. 22”. modelli A e B e la CIRCOLARE 4 agosto , esplicativa sulla compilazione dei registri di carico scarico dei rifiuti e dei formulari di accompagnamento dei. modello di registro di carico e scarico di cui all'allegato. “A” del. D.M. 1 aprile , n. e) Rifiuto destinato a: Numero iscrizione albo Gestione Rifiuti.

Nome: modello registro carico e scarico rifiuti
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 29.17 MB

Vito La Forgia Normativa Torniamo agli albori della corretta gestione dei rifiuti cercando di dare delle informazioni utili sulla corretta tenuta del registro di carico e scarico rifiuti.

Il motivo per il quale questo articolo nasce è dettato dalle necessità emerse nelle imprese dove i registri di carico e scarico sono spesso affidati ad operai ed impiegati che non vengono formati adeguatamente. Cosa si trascura in un sistema gestionale di questo tipo? Prima di iniziare ad illustrare chi sono i soggetti obbligati alla tenuta del registro di carico e scarico riteniamo utile pertanto illustrare quali sono le sanzioni alle quali ci si espone quando viene riscontrata una cattiva gestione del registro.

Omessa o incompleta tenuta del registro di carico e scarico Chiunque omette di tenere o tenga in modo incompleto il registro di carico e scarico relativamente ai rifiuti non pericolosi è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 2.

Sono esclusi da questo obbligo i produttori di rifiuti speciali pericolosi non inquadrati sotto forma di ente o impresa, ad esempio: dentisti, tatuatori, veterinari.

Nel loro caso è sufficiente conservare in ordine cronologico i Formulari di Identificazione Rifiuto degli ultimi cinque anni. Quello che interessa i produttori è il Modello A, mentre il Modello B è riservato ai commercianti e intermediari di rifiuti.

Vediamo ora nel dettaglio come compilare correttamente il Modello A del Registro di Carico e Scarico.

Partiamo da alcune formalità preliminari. Vediamo ora più nel dettaglio anche se inevitabilmente non in modo esaustivo i principali obblighi e indicazioni operative relativi ad ognuno di questi tre documenti. Il registro di carico e scarico Il registro di carico e scarico è lo strumento che in sostanza rappresenta la base documentale della tracciabilità dei rifiuti in quanto in esso devono essere riportati tutti i carichi e gli scarichi dei rifiuti effettuati.

Tale produzione deve essere registrata sul registro entro dieci giorni lavorativi dalla produzione del rifiuto e quindi dalla collocazione dello stesso nel deposito temporaneo. In altre parole durante la registrazione dello scarico è necessario riportare i numeri delle operazioni di carico che sto scaricando, segnati sul registro.

Esso si compone di quattro copie le quali devono essere compilate, datate e firmate dal produttore e controfirmate dal trasportatore.

Se il rifiuto è pericoloso bisogna indicare anche la classe di pericolosità HP corrispondente al rifiuto. Infine nella terza colonna inseriamo la quantità del rifiuto prodotto, è consigliabile scriverlo in kilogrammi.

Una volta compilati questi campi si deve recuperare il formulario relativo a quello smaltimento per indicare sul registro il numero e la data del formulario di riferimento.

In altre parole devo segnare quali operazioni di carico, precedentemente avvenuti, sto scaricando con quella manovra.

Naturalmente possono anche essere più operazioni di carico per un unico scarico.