Impianto di protezione contro le scariche atmosferiche


Impianti di protezione contro le scariche atmosferiche - Valutazione del rischio e verifiche. Secondo quanto definito dal Testo Unico sulla. L'importanza di verificare gli impianti di protezione contro le scariche atmosferiche. I problemi di invecchiamento e usura, le tipologie e la. dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche e. La norma CEI EN – 3 contiene i criteri per la progettazione, l'installazione e la manutenzione delle misure di protezione contro il fulmine per ridurre il.

Nome: impianto di protezione contro le scariche atmosferiche
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 47.25 MB

La valutazione del rischio secondo il Testo Unico INAIL ricorda nel documento, che il Testo Unico di Sicurezza indica l'obbligo del datore di lavoro di provvedere affinché gli edifici, gli impianti, le strutture e le attrezzature siano protetti dagli effetti dei fulmini. A tal fine, il datore di lavoro redige un documento di valutazione del rischio fulmini e predispone, se del caso, un impianto di protezione contro le scariche atmosferiche. Ai sensi del d. La normativa tecnica Le norme per la valutazione del rischio, prosegue INAIL nella premessa, sono state recentemente emesse in seconda edizione e sono state pubblicate altre novità normative che possono avere un certo impatto sugli adempimenti per essere in regola: in particolare, si cita la abrogazione della guida CEI ed emissione delle guide CEI "Linee guida per l'applica zione delle Norme CEI EN " e CEI "Protezione contro i fulmini - Reti di localizzazione fulmini LLS - Linee guida per l'impiego di sistemi LLS per l'individuazione dei valori di NG di cui alla Norma CEI EN "; quest'ultima guida nazionale sarà presto sostituita dalla norma armonizzata EN "Lightning density based on lightning location systems - General principles".

Guarda questo:TUBO PULIZIA SCARICHI

Tale impianto deve poi essere verificato da un Organismo Ispettivo periodicamente per controllare lo stato dello stesso e che tutte le manutenzioni siano state effettuate regolarmente. Tale verifica è quella imposta dal DPR Normative di riferimento: Le normative di riferimento da attenersi per gli impianti di protezione scariche atmosferiche sono: - CEI EN Documenti rilasciati Lettera d'accettazione di incarico di verifica periodica, successivamente alla Richiesta di verifica. Verbale di verifica periodica a verifica effettuata.

La data e l'ora della verifica sono concordate tra il tecnico e l'azienda. Per le operazioni di verifica i datori di lavoro devono mettere a disposizione dei funzionari incaricati il personale occorrente sotto la vigilanza di un preposto ed i mezzi necessari per l'esecuzione delle operazioni stesse, esclusi gli apparecchi di misura.

Garantire la sicurezza degli impianti di protezione contro scariche atmosferiche

Ecco perché diventa importante scegliere le migliori misure di protezione da scariche atmosferiche per ridurre i rischi correlati. In questa guida facciamo chiarezza su quali sono le misure di protezione più consone per salvaguardare gli impianti elettrici. Per imparare a proteggersi dalle scariche atmosferiche, è fondamentale conoscere la fisiologia dei fulmini.

I fulmini sono tra gli eventi meteorologici più frequenti, si tratta di scariche atmosferiche potenzialmente pericolose, che possono cagionare perdite di vite umane o danni alle abitazioni, in particolare alle apparecchiature elettriche ed elettroniche. I fulmini ascendenti possono verificarsi normalmente solo da strutture oltre i sessanta metri, mentre quelli discendenti vengono causati dallo scostamento valoriale fra la polarità positiva del terreno e la polarità negativa della nuvola.