Scaricare whatsapp senza carta di credito


  1. Whatsapp Gratuito: come avere whatsapp gratis per sempre Android e Ios
  2. WhatsApp è a pagamento? Dipende. Ecco i dettagli
  3. Cos’è il Play Store e cosa serve per utilizzarlo
  4. Le 50 cose da sapere sugli smartphone Huawei senza servizi Google

Devi rinnovare il tuo abbonamento a WhatsApp su Android ma non hai una carta di credito da utilizzare per il pagamento? Nessun problema. WhatsApp supporta​. Come si può pagare WhatsApp senza carta di credito? Una guida che spiega come utilizzare diversi metodi alternativi come Paypal e Google. Come pagare l'abbonamento annuale su WhatsApp senza usare la carta di credito. Puoi farlo pagando con il credito telefonico della tua SIM oppure con. Come scaricare Whatsapp su iPhone senza usare la carta di credito? Aggiornamento: La Postepay si può usare? Le carte prepagate di iTunes.

Nome: scaricare whatsapp senza carta di credito
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 42.49 Megabytes

Peccato che a meno di abitare a Milano o a Roma risulta praticamente impossibile utilizzare Satispay in quanto è accettato come metodo di pagamento da un esercente su dieci ora come ora! Poteva essere una bella innovazione, allo stato attuale si fa prima a strisciare il bancomat come si fa da anni.

Pochissimo esercenti convenzionati, sistema macchinoso e cashback agli sgoccioli, anche i miei conoscenti orami non la usano più. Il vantaggio che Satispay offre è di poterlo fare direttamente dal proprio telefono, senza code agli sportelli e con una commissione molto bassa.

Per poter far fronte a questo tipo di spese, indipendentemente dal budget, il consiglio che diamo spesso è di crearsi un salvadanaio apposito per accantonare la somma desiderata.

Questa soluzione è molto comoda, senza impegni e senza pensieri. Noi lavoriamo quotidianamente per permettere a tutti di pagare con Satispay e allargare il più possibile la rete di attività commerciali che accettano il nostro sistema di pagamento ma sono comunque già più di Il Cashback è sempre diverso perché varia in base alle zone e alle promozioni già attive. Trovo fastidioso il non poter decidere da quali contatti farmi vedere o meno, trovo irritante il non poter bloccare persone con le quali non voglio avere nulla a che fare e invece me le ritrovo nella liste come ovviamente anche io mi ritrovo nella loro.

Ti suggeriamo di dare uno sguardo anche alla sezione servizi, in cui puoi trovare la possibilità di pagare i Bollettini, il Bollo auto e moto, fare Ricariche telefoniche e risparmiare in modo smart! Utilizzo Satispay da settembre , come penso per alcuni,anche da parte mia, la fiducia è arrivata facendo le mie valutazioni e considerazioni sul perché mi potesse essere utile un applicazione del genere, ad oggi, la uso per molti motivi.

Cerchiamo allora di capire quando e come è possibile avere il servizio di messaggistica istantanea gratuitamente e in maniera legale e trasparente.

Per tutti coloro che vogliono utilizzare il servizio in maniera lineare vedremo in questa guida i casi in cui è possibile non effettuare il pagamento annuale di 0,89 euro per l'app. Whatsapp gratis su Android, iPhone e Windows phone Non pagare Whatsapp su Android, iPhone e Windows phone è possibile solo ed esclusivamente nel caso in cui si rimetta la quota annuale ad un altra persona. Esistono anche procedure illegali per usufruire del servizio che, come già specificato, non verranno riportate nel seguente articolo.

Quest'ultimi utenti hanno pagato una somma di partenza 0,89 euro che ha dato loro la possibilità di utilizzare Whatsapp gratis da quel momento in poi, senza più essere soggetti al canone annuale. Per questa casistica, anche se si cambia telefono cellulare, è possibile continuare ad usufruire gratuitamente del servizio purché questo continui ad essere legato allo stesso numero di telefono.

Come fare per vedere se ho Whatsapp gratis e illimitato su iPhone?

Dalla versione Whatsapp 2. Android: come da prassi il download è gratuito ma dopo i 12 mesi il costo dell'applicazione è inevitabile. Quindi l'unico modo per non assolvere l'onere annuale è quello di far pagare il proprio abbonamento ad un'altra persona.

Windows phone: per diverso tempo sugli smartphone Nokia non veniva richiesto il costo dell'abbonamento annuale. Per quanto riguarda Windows phone il download è gratuito e dopo i 12 mesi l'utente andrà incontro al canone mensile, quindi anche in questo caso l'unica strategia possibile per evitare il canone è quella di addebitarla ad un altro soggetto. Scaricare senza pagare Whatsapp per un anno Scaricare senza pagare Whatsapp per un anno è sempre possibile per tutti i nuovi utenti o meglio per tutti i nuovi numeri di telefono.

Infatti la peculiarità del servizio che viene offerto è legata al fatto che il primo anno è sempre gratis, indipendentemente dall'apparecchio in cui si esegue il download.

Solamente per un breve periodo Whatsapp prevedeva un costo di download per i possessori di iPhone che, una volta acquistato il servizio con una tantum, non sono stati più soggetti al canone annuale oggi questa modalità non è più disponibile. Si aprirà un menu a tendina dal quale bisogna selezionare "WhatsApp Web".

WhatsApp è un social network? WhatsApp viene definito come "un servizio di messaggistica multipiattaforma", qualcosa di un po' diverso rispetto ai Social Network Sites, vale a dire spazi di condivisione pubblici e privati in cui connettersi con i membri della propria rete. Sicuramente si tratta di un'applicazione "social" per la sua natura intrinseca, ovvero quella di collegare le persone. Quanto è sicuro? A partire dall'aprile del WhatsApp ha applicato alle conversazioni la crittografia end-to-end, vale a dire un sistema che migliora la sicurezza dell'applicazione, permettendo agli utenti di essere i soli a poter leggere i messaggi che vengono scambiati all'interno delle conversazioni.

La realtà, tuttavia, è un po' diversa, perchè a differenza di altre app di messaggistica WhatsApp ha previsto una backdoor, ovvero la possibilità di cambiare la chiave crittografica della conversazione, nel caso in cui dei messaggi restino in sospeso, o qualora si debbano recuperare i messaggi una volta cambiato cellulare.

Con gli smartphone di nuova generazione, WhatsApp è diventato molto più sicuro: è infatti possibile evitare che l'accesso all'app venga violato grazie al blocco con impronta digitale o riconoscimento facciale. WhatsApp è intercettabile e rintracciabile? A causa di questa backdoor, è possibile in linea teorica per WhatsApp intercettare i messaggi in sospeso, quindi quelli in attesa di essere inviati e letti. Situazione molto rara. WhatsApp è controllato dai carabinieri? In linea di massima no, ma anche in questo caso le forze dell'ordine potrebbero richiedere a WhatsApp i dati e le conversazioni di determinati utenti sospettati di star commettendo dei crimini, soprattutto nel caso di terrorismo e pornografia legata a immagini di minorenni.

Allo stesso modo, hackerare un account WhatsApp è molto difficile, soprattutto con il riconoscimento da impronta digitale, ma è possibile: è dunque importante ricordarsi sempre di chiudere tutte le sessioni di WhatsApp Web sul pc, evitare di dare il proprio smartphone a sconosciuti e inserire un codice di sicurezza.

Whatsapp Gratuito: come avere whatsapp gratis per sempre Android e Ios

WhatsApp è vietato ai minorenni? A seguito del Regolamento Europeo per la Privacy entrato in vigore il 25 maggio , l'accesso a WhatsApp è stato limitato solo agli utenti con un'età maggiore di 16 anni.

Come per le altre applicazioni vietate a utenti sotto una certa soglia di età, non viene effettuata una verifica dell'età anagrafica, ma è semplicemente l'utente ad autocertificare di essere più grande di 16 anni.

WhatsApp: è vero che gli americani non lo usano? È vero che gli americani non usano WhatsApp? Non proprio, ma è vero che gli americani utilizzano WhatsApp di meno rispetto agli europei. Questo accade sia perché in America Facebook Messenger è molto più utilizzato, sia perché in molti possiedono un iPhone, e quindi utilizzano la funzione iMessage, gratuita, per chattare e scambiarsi messaggi.

WhatsApp: dove si scarica gratis? Per utilizzare WhatsApp è necessario scaricarlo da un marketplace di applicazioni web e installarlo sul proprio dispositivo. Se hai un dispositivo Android. La differenza tra questi due sistemi operativi sta nel luogo, ovvero l'app store, da cui andare a scaricare e di seguito installare WhatsApp.

WhatsApp è a pagamento? Dipende. Ecco i dettagli

Dove scaricare la versione per Android Se hai un dispositivo Android, dovrai accedere al Play Store e, nel motore di ricerca, scrivere "WhatsApp messenger". A quel punto ti comparirà una lista di risultati: scegli il primo e avvia il download premendo su "Installa" e successivamente su "Accetto".

Se hai un dispositivo Android ma non puoi accedere al Play Store, puoi scaricare WhatsApp direttamente sul sito dell'applicazione, premendo "Download" e aspettando che il processo sia completato. A seguire basterà aprire il menu delle notifiche e cliccare su WhatsApp.

Basterà premere "Installa" e poi "Apri", e il gioco è fatto. Dove scaricare la versione per iPhone Se hai un iPhone e vuoi scaricare WhatsApp, dovrai aprire l'App Store e premere sul pulsante Cerca, che trovi in basso sulla destra. Inserisci "WhatsApp Messenger" e, una volta comparsi i risultati di ricerca, seleziona il primo risultato e pigia i pulsanti "Ottieni" e "Installa". Perchè non riesco a scaricare WhatsApp? Se il download di WhatsApp non parte, vuol dire che sullo smartphone non c'è abbastanza memoria per installare l'app: dovrai eliminare file media ed eventualmente anche applicazioni per fare lo spazio necessario.

WhatsApp è una delle applicazioni che consuma più memoria, quindi sarà necessario che tu tenga a mente questa informazione e faccia spazio a sufficienza per permettere il download dell'app.

Perchè WhatsApp crasha e si chiude da solo? Perchè si blocca? WhatsApp va in crash o si blocca? Se questo succede, non è detto che sia necessariamente colpa tua: spesso, infatti, sono proprio i server di WhatsApp ad andare in down , impedendo a moltissimi utenti contemporaneamente di parlare tra loro.

Se invece l'applicazione funziona bene a tutti tranne che a te, hai una serie di possibilità per risolvere il problema. Quella più facile e veloce sta nel disinstallare e reinstallare WhatsApp, oppure nel caso di cellulari Android nell'accertarsi di avere la versione aggiornata del sistema operativo stesso.

In alternativa puoi provare a forzare l'arresto di WhatsApp più di una volta, per essere certo che non si tratti soltanto di un piccolo inceppamento, o puoi provare a spegnere e riaccendere il cellulare. WhatsApp Plus download apk e WhatsApp Sniffer: dove scaricarli e installarli WhatsApp Plus è un'applicazione non disponibile sugli app store, ma scaricabile esclusivamente con un link esterno che riporta a un file.

Si tratta dunque di un'applicazione non autorizzata, che promette di integrare nuove ed esclusive funzionalità come ad esempio il cambio del tema o il blocco della app con una password, ma che in realtà porta con sè molti rischi per la privacy e la sicurezza del nostro dispositivo, quindi è sconsigliato scaricarla. Lo stesso discorso vale anche per WhatsApp Sniffer: si tratta di un'applicazione assente sugli app store, ma scaricabile soltanto da un link esterno che conduce a un file.

WhatsApp Sniffer ha l'obiettivo di spiare le conversazioni degli altri utenti che condividono la stessa linea WiFi, ma con la crittografia end-to-end diventa davvero difficile, se non impossibile, leggere i messaggi degli altri. Questo tipo di applicazioni, inoltre, essendo generate al di fuori degli app store sono potenzialmente molto rischiose, perchè possono portare con sè molti malware e virus difficili da eliminare.

E quindi come si fa a spiare le conversazioni su WhatsApp? Se siete degli informatici, qualche opportunità ce l'avete. Ma se siete dei comuni mortali con una semplice connessione a Internet e poca dimestichezza con i controlli di sicurezza e privacy, evitate di installare applicazioni potenzialmente maligne e, se proprio volete spiare il cellulare di qualcuno, fatelo direttamente dal suo smartphone.

Come aggiornare WhatsApp Come per tutte le applicazioni, anche nel caso di WhatsApp vengono periodicamente rilasciati degli aggiornamenti, ovvero delle versioni rivedute e corrette dell'app che integrano funzionalità — come ad esempio la modalità vacanza — e risolvono problemi.

Sia che tu abbia un iPhone che un dispositivo Android, non sarà necessario disinstallare WhatsApp: la nuova versione si sovrapporrà automaticamente a quella precedente, permettendoti di conservare le conversazioni e i files media.

Se hai un dispositivo Android, ti basterà accedere al Play Store e pigiare sul menu a barre in alto a sinistra, poi su "Le mie app e i miei giochi". A quel punto comparirà la lista delle app per le quali è disponibile un aggiornamento: basterà premere su "Aggiorna tutto" oppure scegliere manualmente le applicazioni per cui si desidera far partire l'aggiornamento.

Qualora tu non possa accedere al Play Store, dovrai recarti direttamente sul sito di WhatsApp e premere su "Download now": scaricherai un file. Se hai un iPhone, invece, ti basterà accedere all'App Store e premere sul pulsante "Aggiornamenti" che trovi sulla destra in basso; se nella nuova schermata non trovi l'icona di WhatsApp, vuol dire che hai già scaricato la versione più aggiornata dell'applicazione. In caso contrario, dovrai cercare l'icona di WhatsApp e premere su "Aggiorna".

Perchè non si aggiorna WhatsApp? Alcuni utenti hanno difficoltà a scaricare l'aggiornamento di WhatsApp: come fare per risolvere il problema? Se hai fatto anche questo, ma non riesci comunque a installare l'applicazione, puoi cancellare la cache dei servizi di sistema come Google Services Framework e lo stesso Play Store, e successivamente riavviare il cellulare.

Se non hai il Play Store e non riesci ad aggiornare WhatsApp, procedi in questo modo: Esegui un backup della tua applicazione e, successivamente, disinstallala Accedi al sito web di WhatsApp e scarica di nuovo l'applicazione Quella che scaricherai sarà la versione più recente dell'applicazione, quindi l'aggiornamento è "incluso" Che cosa significa fare un backup su WhatsApp?

Nel paragrafo precedente abbiamo parlato di backup: cosa significa e a cosa serve fare un backup su WhatsApp? Il backup non serve a liberare spazio di memoria di come liberare la memoria su WhatsApp parleremo dopo ma è necessario per conservare le conversazioni e i files media al fine di mantenerle anche se si cambia cellulare.

Come funziona il backup? In linea teorica funziona allo stesso modo sia per iPhone che per Android: in entrambi i casi, infatti, le conversazioni e i files vengono salvati in uno spazio cloud, ovvero uno spazio di archiviazione che nel caso di Android è Google Drive, nel caso dell'iPhone è lo stesso iCloud di Apple.

Dove trovo il backup?

Per avviare il backup su Android è innanzitutto necessario avere un account Google correttamente inserito sul cellulare. Una volta accertatoti di avere un account Google collegato al tuo smartphone, apri Whatsapp e premi sui tre puntini … in alto a destra, dopodichè pigia su Impostazioni e successivamente su Chat. A questo punto premi su Backup delle chat e successivamente su Esegui Backup. Se è la prima volta che esegui questa operazione, ci vorrà un po' di tempo: accertati di essere connesso con il WiFi, perchè si tratta di un'operazione che consuma molti dati.

Se vuoi includere anche i video nel backup, dovrai farlo manualmente, premendo su Includi video. Se hai un iPhone e vuoi effettuare il backup dei dati di WhatsApp, apri l'applicazione, premi su Impostazioni e poi su Chat e, dalla schermata che si apre, seleziona Backup delle chat.

Cos’è il Play Store e cosa serve per utilizzarlo

Una volta premuto su Esegui il backup adesso, ti basteranno pochi minuti e potrai avere un backup completo dei tuoi dati sullo spazio di archiviazione cloud. Abbiamo detto che fare un backup serve principalmente a conservare i nostri dati al fine di ripristinarli qualora cambiassimo smartphone.

Per ripristinare i dati di WhatsApp su un nuovo dispositivo, innanzitutto dobbiamo avere lo stesso numero di telefono e lo stesso account iCloud o Google Drive selezionato in precedenza. Una volta scaricato e installato WhatsApp, se abbiamo fatto tutto correttamente ci verrà chiesto, sia su iPhone che su Android, di ripristinare i dati precedenti in base all'ultimo backup. Basterà premere su Ripristina e riavremo la nostra app come l'abbiamo lasciata l'ultima volta. Perchè non mi fa fare il backup?

Sia per iPhone che per Android, spesso ci sono difficoltà nell'eseguire il backup. Gli utenti lamentano in particolare i tempi prolungati e la grossa quantità di memoria che viene impiegata nello svolgimento dell'operazione. Dove vengono salvate le chat di WhatsApp? A meno che non vengano eliminate direttamente su WhatsApp, le nostre chat sono conservate negli spazi cloud, che possono essere iCloud o Google Drive, e vengono archiviate con una cadenza che è possibile impostare manualmente.

Questo ci permette di ripristinate le chat di WhatsApp quando cambiamo cellulare, a patto che il nostro numero di telefono e lo spazio di archiviazione cloud siano sempre gli stessi.

Cosa fare quando non funziona WhatsApp? A parte i casi in cui è proprio l'applicazione stessa ad andare in down , se WhatsApp non funziona bene probabilmente è il momento di liberare un po' di memoria.

Se hai problemi con questa applicazione potresti innanzitutto provare a eliminare files e conversazioni che maggiormente incidono sulla memoria di sistema. Se neanche questo aiuta a migliorare la performance dell'applicazione, probabilmente la soluzione migliore è disinstallarla e installarla nuovamente. Sappiamo che questa è una delle applicazioni più "pesanti" tra quelle usate più di frequente, ma ci sono alcuni modi grazie ai quali è possibile "alleggerirla" e liberare un po' di spazio di memoria.

Se non volete cancellare le conversazioni, potete provare a cancellare soltanto i files di grandi dimensioni che non vi sono più utili ma vengono conservati all'interno delle chat. L'intuizione che ha avuto, da cui poi è nato WhatsApp, era la possibilità per gli utenti di personalizzare il proprio status all'interno della rubrica, facendo capire agli altri contatti se fossero contenti o meno, se fossero online o meno, insomma, cosa stessero facendo.

Vediamo nel dettaglio come modificare questi elementi del profilo.

Come cambiare il profilo su WhatsApp? Per cambiare il profilo su WhatsApp, è necessario innanzitutto aprire ovviamente l'applicazione e premere sui tre puntini in alto a destra per aprire il menù.

Le 50 cose da sapere sugli smartphone Huawei senza servizi Google

Bisognerà poi premere su Impostazioni e pigiare ulteriormente sulla prima voce del menu che compare, ovvero quella con il nostro nome. Possiamo scegliere di cambiare il nome con cui ci vedono i nostri contatti, le informazioni collegate al nostro account e la foto. Come cambiare lo stato? Se prima lo stato di WhatsApp era la frase che accompagna il nostro nome quando un utente ci cerca, adesso per "Stato" su WhatsApp ci si riferisce alle stories le vedremo dopo.

Quello che prima era lo stato ora si chiama "Info", e si trova sopra il nostro numero di telefono sempre all'interno della schermata in cui possiamo andare a modificare il profilo.