Adobe distiller scaricare


  1. Il tracciamento di Adobe PDF dal software Autodesk richiede molto tempo, si blocca o si blocca
  2. Scaricare Acrobat Distiller 4.01 update gratis
  3. Account Options
  4. Quali alternative ad Adobe Acrobat ci sono?
  5. Creare file PDF con Acrobat Distiller

Scarica Acrobat Distiller gratis. Scarica Acrobat Distiller per PC, l'utility per il debug in Adobe Reader. Per convertire automaticamente i file PostScript in Acrobat Pro, impostare una cartella esaminata in Distiller. Per avviare Acrobat Distiller . Download gratuito di Acrobat Distiller (utilità). Risolvi i problemi che incontri durante la creazione di file PDF conAcrobat Distiller Acrobat Distiller è un. acrobat distiller download gratis Gratis download software a UpdateStar - A software utility which is used to convert postscript print files to the adobe acrobat​.

Nome: adobe distiller scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 38.52 MB

Le peculiarita' del formato PDF sono un'efficacissima compressione dei file e l'incapsulamento al documento di tutte le informazioni Postscript usate per la generazione del file di stampa. In fase di distillazione dovrete settare come stampante "virtual printer". Ps PS sta per PostScript. Ma il formato PostScript ha un vantaggio in più rispetto al Pdf, in quanto non solo la lettura, ma anche la scrittura di file PostScript è gratuita, cioè non richiede l'uso di software proprietario.

Una volta effetuata questa operazione, la creazione di un file PostScript è strettamente analoga a quella di un file PDF.

Distiller è in grado di controllare fino a cartelle esaminate. Le impostazioni di protezione per una cartella esaminata hanno la priorità sulle impostazioni di protezione per Distiller. Windows Le impostazioni e le preferenze sono univoche per ogni utente. In un sistema non NTFS, i file delle impostazioni personalizzate memorizzati in questa cartella delle impostazioni sono accessibili in lettura e scrittura da qualsiasi utente nel sistema.

In un sistema NTFS, è possibile accedere in lettura e scrittura solo ai file creati dai rispettivi utenti.

Il tracciamento di Adobe PDF dal software Autodesk richiede molto tempo, si blocca o si blocca

I file delle impostazioni creati da altri utenti sono di sola lettura i file delle impostazioni predefinite installati con Adobe Acrobat Distiller DC sono di sola lettura e nascosti. Per condividere una cartella esaminata con altri utenti, il creatore della cartella deve impostare le autorizzazioni appropriate nelle cartelle In e Out. La condivisione consente agli altri utenti di copiare i file nella cartella In e recuperare file dalla cartella Out.

È necessario che il creatore sia collegato al sistema e che Distiller sia in esecuzione. Gli altri utenti devono essere collegati in modalità remota per aprire la cartella esaminata attiva e verificare che i file siano stati elaborati.

Nota: Non è possibile impostare le cartelle esaminate come servizio di rete per altri utenti. Fare clic su Aggiungi cartella e selezionare la cartella di destinazione.

Distiller inserisce automaticamente una cartella In e una cartella Out nella cartella di destinazione. Per definire le opzioni di protezione di una cartella, selezionare la cartella e fare clic su Modifica protezione. Fare clic su OK per tornare alla finestra di dialogo Cartelle esaminate. Per ripristinare le opzioni originali di una cartella selezionate nella finestra Distiller, selezionare la cartella e fare clic su Cancella impostazioni di protezione.

Il programma eseguirà il ricampionamento di tutte le immagini bitmap a colori o a scala di grigi in un file PDF. Il valore della risoluzione per il colore e la scala di grigi dovrebbe essere pari a 1, volte il valore dell impostazione di righe per pollice in base al quale il file verrà stampato.

A condizione che il valore di risoluzione specificato non sia inferiore all impostazione consigliata, le immagini che non contengono linee rette oppure motivi geometrici o ripetuti non verranno condizionate da una risoluzione relativamente bassa.

Nel definire la risoluzione, occorre tenere presente un altro particolare: l eventuale necessità di ingrandimento di una pagina. Se per esempio si crea un file PDF di una carta geografica, è preferibile utilizzare una risoluzione maggiore in modo che gli utenti possano ingrandirne i dettagli. Nella tabella seguente vengono indicati i tipi di stampante più comuni con i valori di risoluzione corrispondenti espressi in punti per pollice dpi , le impostazioni predefinite di rigatura espresse in righe per pollice lpi e la risoluzione di ricampionamento per le immagini espressa in pixel per pollice ppi.

Dalla tabella si evince che, se per la stampa si usasse una stampante laser con risoluzione di punti per pollice, si dovrebbe specificare un valore di pixel per pollice quale risoluzione di ricampionamento delle immagini. Risoluzione della stampante Rigatura predefinita Risoluzione dell immagine dpi stampante laser 60 lpi ppi dpi stampante laser 85 lpi ppi dpi dispositivo di composizione delle immagini lpi ppi dpi dispositivo di composizione delle immagini lpi ppi 11 11 5 Per comprimere le immagini bitmap a colori o a scala di grigi, selezionare Compressione nella sezione Immagini bitmap a colori o Immagini bitmap a scala di grigi, scegliere Automatica, JPEG o ZIP e un impostazione di qualità.

Il programma eseguirà la compressione di tutte le immagini bitmap a colori o a scala di grigi in un file PDF. Quando si seleziona l opzione Automatica, Acrobat determina il metodo di compressione e l impostazione di qualità che più si addicono alle immagini a colori o a scala di grigi.

I risultati ottenuti sono soddisfacenti per la maggior parte dei file PDF elaborati. Il metodo JPEG viene usato per le immagini a scala di grigi a 8 bit e per le immagini a colori a 8, 16 e 24 bit con sfumature di colore continue ed omogenee; il metodo ZIP viene usato per le immagini a scala di grigi a 2, 4 e 8 bit, per le immagini a colori a 4 bit e indicizzate a 8 bit, nonché per le immagini a colori a 16 e 24 bit con differenze di colore pronunciate.

Il programma eseguirà il ricampionamento di tutte le immagini bitmap monocromatiche in un file PDF. Usare la stessa risoluzione del dispositivo di stampa senza tuttavia superare il valore di punti per pollice. Il salvataggio di un immagine monocromatica con un valore di risoluzione superiore a dpi fa aumentare la dimensione del file ma non migliora la qualità dell immagine.

L inconveniente più presentarsi con maggiore probabilità con l opzione di subsampling e con minore probabilità con l opzione di downsampling bicubico. Il programma eseguirà la compressione di tutte le immagini bitmap monocromatiche in un file PDF. Nota: Le immagini monocromatiche devono essere elaborate allo scanner con l opzione monocromatica e non con l opzione a scala di grigi.

Il testo acquisito dallo scanner viene spesso salvato come immagine a scala di grigi per impostazione predefinita. Il programma eseguirà la compressione del testo e dei disegni al tratto in un file PDF usando il metodo ZIP, che non comporta la perdita dei dettagli né delle caratteristiche di qualità del documento originale.

Nota: Se l opzione Ottimizza PDF della scheda Generali è selezionata, il testo e i disegni al tratto verranno compressi senza tener conto delle scelte effettuate in questa scheda.

Scaricare Acrobat Distiller 4.01 update gratis

È tuttavia possibile eseguire la compressione e il ricampionamento delle immagini di un file usando metodi diversi: Usare Adobe Photoshop per ricampionare e comprimere le immagini prima di elaborare il file con Distiller.

In questo caso, deselezionare le opzioni di compressione e ricampionamento in Distiller. Creare un file PostScript per ogni parte del documento da elaborare in modo diverso e usare opzioni di compressione differenti per l elaborazione di ogni parte in Distiller. Infine, usare Acrobat per unire i file PDF creati.

Per elaborare ogni pagina con impostazioni di ricampionamento e compressione diverse, è possibile scrivere degli script Distiller che usino la procedura RunFileX. Creare delle immagini a colori, a scala di grigi e monocromatiche, quindi selezionare impostazioni di compressione e ricampionamento diverse per ogni tipo di immagine. Inserire i parametri di Distiller prima delle immagini in un file PostScript.

Sebbene sia la più difficile, in quanto richiede la modifica di un file PostScript e la conoscenza di questo tipo di programmazione, questa tecnica consente di elaborare in modo diverso ogni immagine del documento.

Nota: I parametri di Distiller vengono presi in considerazione solo se si seleziona l opzione Consenti al file PostScript di ignorare le opzioni processo della scheda Avanzate. Tuttavia, la selezione di questa opzione comporta l annullamento delle impostazioni definite nelle varie schede delle Opzioni processo. Per ulteriori informazioni, vedere Impostazioni delle opzioni della scheda Avanzate a pagina Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione fornita con l applicazione e il driver di stampante usati per creare il file PostScript.

Disponibilità dei font Type 1 in una cartella controllata da Distiller e presenza delle informazioni relative alla sostituzione dei font nel Database di Adobe Type Manager. I font vengono menzionati nel file PostScript e Distiller li cerca nelle cartelle oppure consulta il database per ottenere le informazioni di sostituzione corrette.

Nota: Distiller non supporta i font Type Qualora non riesca ad accedere a un font in una delle modalità descritte, Distiller usa il font Courier oppure tenta di sostituire il font nel file PDF.

Se il file PostScript da convertire indica un font senza contenerlo, Distiller ricerca in questa cartella le informazioni necessarie all incorporazione del font. È possibile creare della cartelle di font supplementari. Nella finestra di dialogo che appare viene visualizzato l elenco delle cartelle in cui il programma effettua la ricerca dei font. Possono essere cartelle locali o di rete.

Nota: Le cartelle disponibili sono contraddistinte da un icona posta a sinistra del nome. Se l icona non è visualizzata oppure appare con una x, il collegamento alla cartella è stato probabilmente interrotto e deve essere ristabilito.

Per rimuovere una cartella di font: 1 Avviare Distiller. Nota: Deve esservi sempre almeno una cartella di font disponibile per Distiller. Se vengono rimosse senza essere sostituite, le cartelle predefinite verranno aggiunte automaticamente all elenco. L incorporazione consente di visualizzare il testo con il font originale, ma fa aumentare la dimensione del file PDF. Informazioni sull incorporazione e la sostituzione dei font Distiller è in grado di incorporare i font roman Type 1 e TrueType in un file PDF per evitarne la sostituzione quando un utente che ne è sprovvisto desideri consultare o stampare il file.

I font Type 1 e TrueType possono essere incorporati se sono inclusi nel file PostScript o sono disponibili in una delle posizioni controllate dal programma.

Nota: In alcuni casi, i font TrueType elaborati da un driver PostScript e da Distiller non possono più essere copiati, tagliati o incollati né fare oggetto di ricerca.

Per ovviare al problema, usare Distiller sul sistema di creazione del file PostScript e fare in modo che i font TrueType usati nel file siano disponibili.

La sostituzione non garantisce l esatta corrispondenza con i caratteri originali, soprattutto quando si tratta di caratteri non convenzionali quali, per esempio, quelli degli script. Metrica del font Font originale: Adobe Garamond Italic The quick brown fox jumped over the lazy dog on its way to the frog jumping competition in the countryside. Font sostitutivo: Adobe Serif MM The quick brown fox jumped over the lazy dog on its way to the frog jumping competition in the countryside.

Account Options

Importante: Per modificare un file occorre disporre di una copia autorizzata del font utilizzato in quel file. Impostazione delle opzioni della scheda Font Le opzioni processo della scheda Font consentono di specificare i font da incorporare in un file PDF. È possibile fare in modo che Distiller incorpori anche i sottoinsiemi di caratteri usati nel file PDF.

Per impostare le opzioni processo della scheda Font: 1 Avviare Distiller. Per incorporare solo certi font, verificare che l opzione Incorpora tutti i font non sia selezionata e spostare i font desiderati nel riquadro Incorpora sempre. Per spostare un font nel riquadro Incorpora sempre, selezionarlo nell elenco visualizzato e fare clic sul pulsante posto a sinistra del riquadro. Se occorre, scegliere una cartella di font diversa dal menu a discesa della sezione Incorporazione per visualizzare il font nell elenco appropriato.

Tenere premuto Ctrl e fare clic Windows oppure tenere premuto Comando e fare clic Macintosh per selezionare contemporaneamente più font non in sequenza oppure tenere premuto Maiusc e fare clic per selezionare più font in sequenza.

Nota: I font TrueType possono contenere un impostazione speciale, aggiunta dall ideatore del font, che ne impedisce l incorporazione nei file PDF. Anche se spostati nel riquadro di incorporazione, questi font non verranno incorporati nel file PDF. Distiller visualizzerà un errore ed elencherà i font nel file registro. Per verificare se un font è stato effettivamente incorporato, aprire il file PDF finale e osservare la finestra di dialogo Informazioni font. Per impedire l incorporazione dei font: Eseguire una delle seguenti operazioni nella scheda Font della finestra di dialogo Opzioni processo: Se il font si trova in una delle cartelle di font disponibili, selezionarlo nell elenco visualizzato e fare clic sul pulsante posto a sinistra del riquadro Non incorporare.

Se il font non si trova in una cartella di font, fare clic su Aggiungi nome, digitare il nome del font, selezionare Non incorporare e fare clic su Aggiungi. Per rimuovere un font dall elenco Incorpora sempre o Non incorporare: Selezionare il font nell elenco appropriato e fare clic su Rimuovi. Questa operazione non rimuove il font dal sistema, ma si limita ad eliminarne la voce dall elenco prescelto. Informazioni sulla gestione dei colori Gli schermi dei computer e le stampanti riproducono i colori in maniera completamente diversa.

Quali alternative ad Adobe Acrobat ci sono?

Il Sistema di gestione dei colori Color Management System, CMS è una raccolta di strumenti software creati per uniformare le modalità di elaborazione degli scanner, degli schermi e delle stampanti allo scopo di garantire colori omogenei nei processi di creazione, visualizzazione e stampa.

La combinazione dell intensità massima dei tre colori crea il bianco. I colori RGB sono usati per l illuminazione, per la televisione e gli schermi. Gli schermi del computer, per esempio, creano i colori sfruttando la luce di elementi fosforescenti rossi, verdi e blu.

Creare file PDF con Acrobat Distiller

Gli inchiostri CMYK filtrano la luce bianca riflessa dalla carta e tolgono parte della luce rossa, verde e blu dallo spettro. Teoricamente, i pigmenti puri di colore ciano, magenta e giallo, opportunamente mescolati, dovrebbero assorbire tutti colori e produrre il nero.

Tuttavia, poiché tutti gli inchiostri di stampa contengono delle impurità, questi tre inchiostri producono una sorta di marrone e devono essere mescolati con inchiostro nero affinché producano un vero nero. La combinazione di questi inchiostri per la riproduzione dei colori viene definita stampa a quattro colori.

Il modello di colori CMYK Modello di colori a scala di grigi Per riprodurre le immagini, le stampanti e gli scanner in bianco e nero e a scala di grigi usano il modello di colori a scala di grigi.

I colori, inoltre, possono variare in modo significativo a seconda dello schermo, della stampante o del software utilizzato. Lo spazio di colore di un dispositivo è la gamma di colori che il dispositivo stesso è in grado di riprodurre.

Per esempio, un immagine RGB, cioè un immagine con colori rappresentati dal modello RGB, potrebbe contenere colori che non possono essere riprodotti da un particolare schermo.

Questo perché tali colori non sono inclusi nella gamma, o spazio di colore, di quello schermo. Gamma di colori Lab B. Gamma di colori RGB C. Un immagine disegno vettoriale o immagine bitmap con spazio di colore dipendente dal dispositivo è caratterizzata da colori che dipendono dalla periferica con cui essa è stata elaborata e creata.

I colori dipendenti dal dispositivo hanno una resa migliore quando le varie fasi di elaborazione dell immagine sono sotto controllo: in un laboratorio di stampa professionale, per esempio, lo scanner è calibrato per digitalizzare con la massima accuratezza i colori di una fotografia, l immagine elettronica viene quindi visualizzata su uno schermo calibrato in maniera specifica e il file finale viene stampato su una stampante a sua volta calibrata appositamente.

Tutti i dispositivi sono calibrati in modo da rendere fedelmente i colori in ogni passaggio del processo. I dispositivi usati per la riproduzione di un immagine, tuttavia, potrebbero non essere sotto il controllo diretto di una persona o di un gruppo.

Prendiamo l esempio dell immagine di un arcobaleno. Se lo schermo in cui l immagine è stata creata tende ad accentuare il blu, la persona che disegna, per compensare, dovrebbe attenuare il blu delle strisce dell arcobaleno. Supponiamo ora che la stessa immagine venga visualizzata su uno schermo che visualizza il blu in modo normale, ma che accentua il rosso: la parte blu dell arcobaleno apparirà sbiadita, mentre la parte rossa risulterà troppo accentuata.

È possibile rendere la stampante predefinita con un clic destro "Distiller" e scegliere "Default".

Consigli e avvertenze Scarica l'ultima versione del software Adobe Acrobat. Ci sono più versioni disponibili. Il sito Web di Adobe offre una versione di prova di Adobe Acrobat in modo da poter testare il software prima di acquistarlo.

Non gettare custodia del CD.