Scarica il film benvenuti al sud


  1. Link per scaricare Benvenuti al Sud in italiano?
  2. Benvenuti al sud
  3. 5 curiosità che dovete sapere

=Film Benvenuti al sud Completo HD (ITALIANO). (film Completo) - MetacafeYour browser indicates if you've visited this link metacafe com/watch/​/. Benvenuti al sud (Film). by Luca Miniero. click on the images to download them in high res. Che cos'è CHILI? Migliaia di film e serie tv, senza abbonamento. Paghi solo quello che vuoi vedere e per i nuovi clienti il primo noleggio è. Guarda tutto ciò che vuoi. ABBONATI ORA. Altri dettagli. Guarda offline. Disponibile per il download.

Nome: scarica il film benvenuti al sud
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 35.50 MB

Riassunto e trama del film Benvenuti al Sud [da Wikipedia] Alberto Colombo Claudio Bisio , direttore di un ufficio postale della Brianza, si vede rigettare la domanda di trasferimento a Milano in quanto preceduto in graduatoria da un collega disabile.

Tutti questi moniti, espressi da chi al Sud aveva già vissuto, non fanno altro che aumentare preoccupazioni e precauzioni che l'uomo va ad adottare.

Invece, una volta giunto a Castellabate, pur dopo essere incorso in alcune peripezie, Alberto - grazie al postino Mattia e ai colleghi Maria, Costabile piccolo Nando Paone e Costabile grande Giacomo Rizzo - finisce per apprezzare le bellezze e le abitudini del paesino campano notando il basso tasso di criminalità, luoghi ameni e pittoreschi, un clima ideale e la simpatia dei residenti , ambientandosi in fretta allo stile di vita locale e scoprendo come le sue idee sul Mezzogiorno erano spesso solo degli stereotipi.

Intanto, l'uomo tiene nascosta la realtà a Silvia, persona poco aperta ai cambiamenti e piena di pregiudizi verso il Sud. Pensando di poter migliorare il loro rapporto, racconta esattamente l'opposto di quello che sta vivendo, accondiscendendo agli stereotipi a cui la moglie e la sua cerchia di amici sono affezionati.

Sebbene all'inizio amareggiati e arrabbiati con lui, questi decidono di aiutarlo a sua insaputa, facendo in modo che la consorte, una volta giunta a Castellabate, veda avverarsi tutte le menzogne sentite dal marito, organizzando una sceneggiata che mostri il paesino pericoloso, fatiscente e caotico.

L'inevitabile venuta a galla della verità porta Silvia a diventare furiosa, minacciando la separazione.

Povera Italia che si divide su tutto. GinoCar - Inviata il domenica 24 ottobre Non capisco il perchè lo si voglia per forza accostare al film francese. E' vero, l'idea è quella ma le scene esilaranti, per quel che mi riguarda, sono di gran lunga superiori.

Perchè non mettere una traduzione in italiano? Forse é più divertente per uno del nord andarci con un amico del sud che traduce come ho fatto io con mia moglie e mia cognata.

Finalmente un film divertente! E' come se copiassi la divina commedia, le cambio il titolo, magari uso il piemontese e il gioco è fatto!!! Magari mi danno il Nobel della letteratura il prossimo anno!

Link per scaricare Benvenuti al Sud in italiano?

Ma perpiacere. Non spiritoso e brillante come l' originale Bella la fotografia con meravigliosi scorci sul golfo di Napoli, bellissimo il paesino dove il film è stato girato, viene voglia di andare a visitarlo. Personaggi un po' deboli e scontati, ma la risata è garantita. Molto significativa la frase: quando uno del nord viene al sud piange due volte. La prima volta quando deve venirci e la seconda quando deve andarsene!

Michele - Inviata il sabato 16 ottobre esilarante Bravissimi gli attori. Bisio superlativo. Siani una conferma.

Versare lacrime x le copiose risate e contestualmente versarne una di commozione,nell'ultima scena Per il resto il film ripropone anche la comicità piuttosto accentuata e fortemente caricaturale dell'originario francese. Ed è un peccato perchè se non Bisio ma almeno Siani sembrava poter esprimere un qualcosa di più sempre in chiave remake di Troisi.

In ogni caso la proiezione ha spunti sufficienti e redditizi nel complesso.

Bravissimi gli attori, sfiziosa la storia e magnifica la location!!! Un film da 10 e lode.

Allegro con gusto e con gusto fa fare molte risate. Una splendida commedia italiana ottimamente recitato. Rispetto al suo genere gli do un 5 su 5. E' quello che credo bisogna fare nel vedere questo film semplice, senza cervellotici paragoni. La trama sarà anche quella del film francese, ma come viene raccontata credo ci immerga ancora di più nella realtà dei rapporti umani senza sovrastrutture, senza pregiudizi, senza stereotipi.

Anche nei commenti negativi mi sembra di averne già riscontrati abbastanza. Anche la sola vista del panorama dovrebbe sciogliere il ghiaccio della razionalità.

A suo onore l'assenza di volgarità e di cattivo gusto e la bravura di tutti gli interpreti, a suo Voto 1 per l'idea di copiare un film campione d'incassi in un paese che tutela molto di più il suo cinema senza per forza finanziarlo. Gli incassi ed il successo strepitoso parlano chiaro. La scena della consegna della posta di Bisio e Siani e' da piccola cineteca dei film comici, nulla da invidiare alle scene madri dei moschettieri della commedia all'italiana.

Che tristezza. Inoltre promuove magnificamente la location, anche se Castellabate non ne ha bisogno. Sebastiano - Inviata il domenica 10 ottobre Simpatico filmetto che scherza bonariamente sugli eterni luoghi comuni dei pregi e diffetti del nord e del sud Italia, dove immancabilmente, il malcapitato, alla fine non se ne vuole più andare.

Benvenuti al sud

Buona anche la partenza che lasciava presagire che non si stava guardando il remake dichiarato di GIU' AL NORD , strada facendo, nonostante sia un film senza grandi pretese, la storiella di ammoscia e si accartoccia su se stessa e sui clichè insistiti per strappare la risata a tutti i costi.

Bravi tutti gli attori ma sarebbe opportuno affidare ruoli più impegnativi ad Alessandro Siani che non è solo un attore napoletano comico e belloccio, ha notevoli potenzialità espressive ancora da scoprire. Peccato che qui al nord non ho mai conosciuto meridionali come nel film Comunque il film è eccellente come raramente si vede nel genere della commedia italiana, senza volgarità, senza esagerazioni.

E' migliore del primo film di Checco Zalone che, invece, stereotipava certi "leghismi" con altrettanti pregiudizi, seppur in maniera comica. E poi quanto buonismo! Ci mancava solo "O sole mio "nel finale Meglio la versione originale francese "Giù al nord", anche se Bisio è molto bravo.

Per tutti gli altri 60 milioni di Italiani immigrati compresi , vale la pena di andare al cinema a passare un'ora e mezza di spensieratezza e a ridere dall'inizio alla fine. Complimenti allo sceneggiatore. Il film non è solo fotografia e riproduzione autentica del reale, ma riproduzione con aggiunte di sceneggiatura che induca alla riflessione catartica ,molto ambita in questo particolare momento storico del nostro paese.

Si tratta di un film che richiede molti dibattiti culturali che possano far progredire il costume italico in modo univoco.

Naike Rivelli è la poliziotta che ferma per due volte sull'autostrada Alberto: la prima volta per aver rallentato il traffico nella sua prima andata al sud in quanto la grande tristezza lo distraeva dalla guida, la seconda volta per eccesso di velocità dovuto alla fretta di raggiungere il Sud in tempo per vedere il tramonto.

Meridionali modifica modifica wikitesto Alessandro Siani è Mattia Volpe, il postino di Castellabate, molto esperto anche di pirotecnica. Dopo alcune incomprensioni iniziali diventerà il miglior amico di Alberto con il cui aiuto riesce a riconquistare la collega Maria e a staccarsi definitivamente dalla invadente mamma, che questa volta è felice per lui. Valentina Lodovini è Maria, impiegata postale di Castellabate, ex fidanzata di Mattia, che è ancora molto innamorato di lei i due torneranno insieme grazie all'aiuto dell'amico direttore.

Nando Paone è Costabile Piccolo, impiegato postale balbuziente di Castellabate. Le sue caratteristiche principali sono uno stecchino tenuto in bocca per non balbettare e la poca eleganza con cui si presenta sul posto di lavoro.

Giacomo Rizzo è Costabile Grande, impiegato più anziano del piccolo ufficio meridionale, prossimo alla pensione. Nunzia Schiano è la signora Volpe, l'invadente mamma del postino Mattia. Rappresenta la causa della rottura del fidanzamento del figlio con la collega Maria.

Nonostante l'età adulta di Mattia trentacinquenne, gli porta sempre al lavoro la "merendina". Alla fine, dopo aver capito cosa vuole veramente il figlio, cioè potersi sposare e avere un'abitazione tutta per lui e Maria, sarà felice e senza dubbi lo vedrà marito e padre con gioia. Salvatore Misticone è il signor Scapece, cliente delle poste di Castellabate, che parla uno stretto dialetto meridionale risultando del tutto incomprensibile al direttore settentrionale e, talvolta, anche ai compaesani.

Tutti questi moniti, espressi da persone che al Sud avevano già vissuto, non fanno altro che aumentare preoccupazioni e precauzioni che l'uomo va ad adottare. Invece, una volta giunto a Castellabate, pur dopo essere incorso in alcune peripezie, Alberto — grazie al postino Mattia Volpe e ai colleghi Maria, Costabile piccolo e Costabile grande — finisce per apprezzare le bellezze e le abitudini del paesino campano, dai luoghi ameni e pittoreschi alla simpatia e generosità dei residenti, ambientandosi in fretta allo stile di vita locale e scoprendo come le idee sul Mezzogiorno, sue e dei suoi conoscenti, fossero solo stereotipi.

5 curiosità che dovete sapere

Intanto, l'uomo tiene nascosta la realtà a Silvia, persona poco aperta ai cambiamenti e piena di pregiudizi verso il Sud. Pensando di poter migliorare il loro rapporto, racconta esattamente l'opposto di quello che sta vivendo, accondiscendendo agli stereotipi a cui la moglie e la sua cerchia di amici sono affezionati. Sebbene all'inizio amareggiati e arrabbiati con lui, questi decidono di aiutarlo a sua insaputa, facendo in modo che Silvia, una volta giunta a Castellabate, veda avverarsi tutte le menzogne sentite dal marito, organizzando una sceneggiata atta a mostrare il paesino come caotico, fatiscente e in mano alla criminalità.

L'inevitabile venuta a galla della verità porta Silvia a diventare furiosa, minacciando la separazione. Nel frattempo, Alberto si prodiga nel far riavvicinare Mattia alla collega ed ex fidanzata Maria. Proprio Mattia rivela l'infondatezza delle illazioni della moglie su una sua relazione con la bella collega Maria: Silvia alla fine perdona il marito e si trasferisce per i due anni successivi a Castellabate assieme al figlio Chicco.

La permanenza al Sud si rivela un'esperienza fantastica, che sarà difficile da dimenticare per la famiglia Colombo, al punto che, quando finalmente Alberto riceve la tanto attesa lettera di trasferimento a Milano, quasi se ne rammarica. Progetto[ modifica modifica wikitesto ] Cartellonistica stradale di Castellabate La produzione del remake nasce da un'idea della casa di distribuzione Medusa Film, visto il gran successo riscosso dall'originale francese; come più volte dichiarato anche dagli stessi attori protagonisti una volta letto il copione e la sceneggiatura, questo script bene si adattava anche alle vicissitudini italiane.

Il film, nonostante sia comunque un remake, si distacca dall'originale, non nella trama ma nelle varie vicissitudini, rappresentate in una veste italiana. Alla sceneggiatura del film hanno contribuito anche, collaborando tra loro, i vari attori e i cittadini del posto, adattando i vari personaggi e le varie scene secondo le proprie esperienze personali, essendo loro stessi rappresentanti di realtà settentrionali e meridionali.

La sceneggiatura quindi, come dichiarato dallo stesso Luca Miniero , si è modificata più volte in corso d'opera.